Assicurazione annullamento viaggio: quando e perché conviene

Assicurazione annullamento viaggio: quando e perché conviene

Il rischio di annullare un viaggio per cause impreviste è elevato. Contrattempi come malattie, infortuni o disastri ambientali nel luogo di destinazione si verificano senza preavviso, e comportano, oltre al dispiacere di rimandare la partenza, una perdita economica non indifferente. Il rimedio in questi casi è offerto dall’assicurazione per annullamento viaggio: ecco quando sottoscriverla e perché conviene.

Cos’è e come funziona l’assicurazione per annullamento viaggio

L’assicurazione per annullamento indennizza le penali applicate alla disdetta del viaggio, quando la disdetta deriva da eventi specifici indicati nell’accordo di polizza. Il più delle volte è inserita in formule di assicurazione viaggio comprensive di annullamento, polizza medica, furto e smarrimento del bagaglio. In generale, garantisce la certezza di non subire perdite economiche ingenti in caso di imprevisto.

Quando e perché acquistare l’assicurazione per annullamento viaggio

Munirsi di un’assicurazione per annullamento viaggio è sempre consigliabile. Questo tipo di polizza infatti, offre il rimborso delle penali (spesso molto elevate) applicate alla disdetta del volo e dell’hotel. Purtroppo la maggior parte delle compagnie aeree e delle strutture ricettive applica penali onerose in caso di annullamento. In alcune ipotesi le condizioni sono talmente restrittive, da comportare la perdita totale di quanto speso in fase di prenotazione. Nessuno vorrebbe mai organizzare un viaggio, disdirlo, e pagare per un soggiorno non goduto. Ecco perché la tutela dell’assicurazione viaggio si rivela indispensabile. Chi sottoscrive un’assicurazione per annullamento riceve un equo indennizzo in ipotesi in cui, ad esempio, la mancata partenza sia dovuta a malattia o infortunio propri o di un familiare, ad improvvise complicazioni della gravidanza, ad impegni lavorativi e in molti altri casi.

Assicurazione annullamento viaggio: cosa copre

Generalmente copre la penale applicata all’annullamento o alla riprogrammazione del viaggio, più , se previsto dal contratto di polizza, il rimborso di maggiori spese sostenute per l’acquisto di nuovi biglietti. L’assicurazione per annullamento viaggio può coprire i costi di viaggio e pernottamento inutilizzati e irrecuperabili; costi di gestione pratica; fees di agenzia, costo dei visti e tasse aeroportuali. Gli eventi indennizzabili sono tassativamente indicati nel contratto di assicurazione. I rischi tipici assicurati sono il decesso, la malattia, l’infortunio grave, il licenziamento, il furto o l’incendio dell’abitazione, la convocazione in qualità di giurato o testimone e altre cause di forza maggiore.

Assicurazione annullamento viaggio per qualsiasi motivo: esistono?

E’ importante leggere attentamente i rischi coperti e le cause di esclusione del risarcimento, perché ogni compagnia applica condizioni differenti. È generalmente escluso ad esempio, l’indennizzo per annullamento derivante da malattia pre-esistente e conosciuta dall’assicurato. Ogni copertura inoltre è soggetta a massimali e franchigie specifiche. I primi rappresentano la cifra massima risarcibile, i secondi, importi posti a carico dell’assicurato, in ogni caso, al verificarsi del sinistro. Si consiglia di scegliere una compagnia che copra il maggior numero di cause di annullamento con polizze All Risk, che rimborsano le penali per mancata partenza per qualsiasi motivo documentabile.

ù